Giovedì 19 Luglio: Sulle Tracce degli Antichi Liguri: Les Mesches- Monte Bego

Domenica 15 Luglio Authion- Cima del Diavolo
luglio 10, 2018
FERRAGOSTO OCCITANO ( Dal 12 al 15 Agosto in Val Grana)
luglio 16, 2018

GIOVEDI’ 19 LUGLIO SULLE TRACCE DEGLI ANTICHI LIGURI:

LES MESCHES- MONTE BEGO.

La cima sacra x eccellenza delle antiche tribù liguri e la cornice maestosa della Valle delle Meraviglie con i suoi incantevoli laghi ghiacciati ci aspettano per questa affascinante ed impegnativa escursione all’interno del Parco Nazionale del Mercantour.
Descrizione:
Dal bacino artificiale delle Mesches si segue la strada sterrata che si inoltra nel bosco sulla dx orografica del Vallon de la Miniere. passati poco oltre il lago delle Miniere si lascia il tracciato della sterrata per scendere verso destra e attraversare su un ponticello il corso d’acqua del Vallon de la Miniere.
Si svolta a sinistra e si percorre verso ovest l’ampio pianoro fino alle Grange de Valaura inferiore.
Si segue poi il sentiero che prende quota sotto ai Rocher de Valaura fino a un falsopiano c.1900 m. Ignorato un sentiero che parte sulla sinistra, si arriva in vista di una casa ristrutturata. Piegare a sinistra ignorando il sentiero per addentrarsi nel bosco dove si trovano numerosi ometti che conducono nel canalone sassoso che conduce sull’ampia dorsale, usciti dal bosco ci si affaccia sulla conca del Lago Lungo Superiore a contatto con il rifugio delle Meraviglie.
Rispetto al rifugio inizia, verso sinistra, la risalita della montagna .
Il sentiero, segnalato con ometti, sale a zig zag, ancora a sinistra, superando dapprima un costolone erboso e una pietraia poco inclinata, per farsi più ripido solo nel tratto terminale
La cresta diventa più ripida e porta all’ anticima sud (2830 m). Oltre una modesta insellatura occorre piegare a sinistra su tracce (ometto) e non farsi tentare dal salire il risalto direttamente. Occorre a questo punto fare una specie di passo del Gatto, in cui bisogna accucciarsi un po’ per passare (terreno un po’ esposto) e proseguire, sempre con discreta esposizione, per cengia. A questo punto non farsi tentare dai camini soprastanti, ma proseguire in falsopiano su traccia e aggirare la cima (ometti). A questo punto, piegare a destra in un breve e facile canalino di rocce rotte, poi superare un restringimento e infine percorrere la breve e facile cresta, ora di nuovo ampia, fino in vetta, segnata da un cippo con due bastoni di legno a sorreggere tante bandierine tibetane.
Discesa: per la via di salita; oppure, giunti all’ anticima del Bego, si può scendere al rifugio delle Meraviglie (ometti evidenti) e percorrere un ampio giro ad anello.

L’escursione al Bego è faticosa ed è consigliata ad Escursionisti Esperti( EE) ed allenati.
Ritrovo ore 7,00 al Bar Gasoline di Olivetta San Michele. Trasferimento a Lago Les Mesches( San Dalmazzo di Tenda). Durata Escursione: 8h30 + soste. Dislivello: 1500 mt c.a

Equipaggiamento: Scarponcini con buona suola, pantaloni lunghi, t shirt di ricambio, ki way o mantella. 2 litri d’acqua.
Pranzo al Sacco. Quota di partecipazione: 10 euro.
Info e Contatti: Jack in The Green ( guida ambientale- escursionistica: tel 3341217884)

Jack in the Green
Jack in the Green
Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.