Giovedì 23 Agosto: Giro dei Forti del Colle di Tenda

Domenica 19 Agosto: Terra di Nessuno( Valdinferno-Monte Ancorotto)
agosto 9, 2018
Giov 30/ Ven 31 Agosto: Upega Folk Trekking
agosto 21, 2018

GIOVEDI’ 23 AGOSTO: GIRO DEI FORTI DEL COLLE DI TENDA.

Sul Colle di Tenda verso la fine dell’ottocento sono state edificate alcune grandiose caserme e imponenti fortificazioni per contrastare un’eventuale invasione francese. Sull’arco alpino che dalla cima Pépin va alla Rocca dell’Abisso sono sei i forti che si possono visitare dall’esterno, divenuti ora di proprietà francese dopo il trattato del 1947, noi ne visiteremo tre di questi.

Accesso in auto:
Si raggiunge la base di partenza dell’escursione da Limone Piemonte seguendo la strada che conduce al traforo del Tenda. Poche decine di metri prima del semaforo si svolta a destra e si perviene alle piste da sci di quota 1400. La strada, asfaltata, si sviluppa con numerosi tornanti a fianco delle piste e termina alta nei pressi del bar ristorante “Le Marmotte” (1804 m)

Descrizione:

Dal Colle di Tenda si percorre la rotabile che volge a sinistra, sede della Limone-Monesi. Dopo avere individuato il primo bivio sulla destra che conduce al Forte Centrale si prosegue in leggera salita per giungere al bivio successivo (Palina 338) e inoltrarsi a destra lungo la strada che corre in territorio francese. Non è raro incontrare un gregge di pecore, nel caso eseguire le istruzioni riportate sul cartello che invitano gli escursionisti a scendere dalla bici. Poco dopo si incontrano i resti dell’Opera 252, l’ultimo impianto del 14° Caposaldo del Colle di Tenda. Un lungo mezzacosta con salita panoramica raggiunge lo spiazzo del Forte Tabourda (1982 mt). Gli interni del forte sono resi accessibili da un malfermo ponte di legno. Dal piazzale del Forte Tabourda sulla sinistra ha inizio una mulattiera che si eleva con alcuni tornanti.
Si incontrano inizialmente i ruderi del casotto per telegrafia ottica di Costa Tavan, e si prosegue, attraverso la strada completamente ciclabile, in direzione della Cima Beccorosso. Con una piccola deviazione di 5 min si può raggiungere la calotta erbosa della Cima Becco Rosso (2214 mt). Si ridiscende sul sentiero che porta alla sella erbosa del Vallone di Framosa e si prosegue sulla mulattiera fino a un bivio a quota 2240 mt. La deviazione di destra conduce al Forte Pepino (2263 mt). Da qui si arriva facilmente sulla Cima Pepino (2344 mt), superando circa 80 mt di dislivello lungo la cresta erbosa, per ammirare lo splendido panorama sulla pianura piemontese, sul mar Ligure e sulla Corsica. Per il rientro si può raggiungere il cippo n° 205 dove una mulattiera conduce, in pochi minuti, al Colletto Campanin. Da qui si prosegue in discesa sulla strada militare che raggiunge Baita 2000 fino ad arrivare al Cole di Tenda.

Notizie Logistiche: Ritrovo ore 7,30 al Bar Gasoline e trasferimento con auto al Colle di Tenda.. Ora di Partenza: 8,30 circa. Dislivello:620 metri circa
Distanza: 14,0 km circa Quota di Partecipazione: 10 euro Pranzo al Sacco. 2 litri d’acqua.

Jack in the Green
Jack in the Green
Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.