Venerdì 6 Luglio Il Tango delle Genziane Bionde( Ciabaudo-Monte Ceppo)

Sab 23 Giugno: Archi sull’Acqua. Dolceacqua( Colla)- Cima Tramontina-Rocchetta Nervina
giugno 18, 2018
Jack in The Green Summertime…
luglio 1, 2018

VENERDI’ 6 LUGLIO IL TANGO DELLE GENZIANE BIONDE( CIABAUDO- MONTE CEPPO)

Le distese prative del Monte Ceppo con i suoi superbi panorami sulle Alpi Marittime con vista a nord su Toraggio e Pietravecchia e a sud sulla Costa Azzurra e in giornate nitide la Corsica sono il fiore all’occhiello di questa escursione nell’entroterra del Ponente Ligure..

In questo periodo l’area vanta la presenza di fioriture tra cui Asfodelo, Fiordaliso, Ornitogallo e Narciso, specie endemiche di notevole pregio come il Giglio di San Giovanni ed un autentico tripudio di Genziane, la Genziana Maggiore in particolare che con tinte gialle accese tappezza le pendici del Monte Ceppo.

Il ricco sottobosco favorisce la nascita di muschi e licheni, determinando il passaggio di varie specie di mammiferi della fauna alpina da caprioli, volpi e cinghiali..

Descrizione:

Si parte dal villaggio di Ciabaudo che si raggiunge dal bivio poco prima di Badalucco percorrendo un tratto della Valle Oxentina.

Si sale lungo un sentiero che si addentra tra il brugo e il fitto castagneto, con alcuni esemplari plurisecolari, dopo pochi minuti si svolta su una pista sterrata dove spicca un essiccatoio per castagne ancora ben conservato, da qui si sale per un sentiero immerso nella lecceta fino a raggiungere l’ampia cresta sopra il Monte Pallarea popolata da faggi di notevoli dimensioni .

Più avanti il bosco lascerà il posto ai pascoli offrendo ampie visuali sulla valle Oxentina e verso mare, a questo punta ci si innalza ora più dolcemente, tra notevoli fioriture,  fino ad arrivare in località Pian del Vento sotto le pendici della Croce di Praesto.

Con un ultimo sforzo si giunge sulla panoramica vetta del Monte Ceppo. La discesa avverrà in parte sullo stesso sentiero, per poi deviare su un percorso alternativo che porta ai prati di Pianazzo, e quindi con uno sterrato che si snoda nel bosco di castagni, si prosegue fino a tornare alla base di partenza.

DISLIVELLO: 900 metri. Distanza km 15. Tempo di Percorrenza 6 ore 30′. DIFFICOLTA’: E
Ritrovo ore 8,00 dall’ex Mercato di Taggia.. oppure alle ore 8,30 a Ciabaudo. Pranzo al Sacco o Picnic Organizzato. Quota di Partecipazione: 10 euro.. Quota Picnic: 5 euro.
Equipaggiamento: – scarponcini con una buona suola –  giacca a vento, t shirt di ricambio, mantella.

Info e Contatti: Jack in The Green( guida ambientale-escursionistica: tel 3341217884/3291512290 website: www.crestediconfine.c

Jack in the Green
Jack in the Green
Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.