Giovedì 1 Settembre: Buggio- La Valle delle Tane- Colla Melosa- Buggio

La Valle delle Tane  cattura per quel non so che di avventuroso e selvaggio come se stessimo per fare  ingresso d’improvviso in un regno misterioso ed incantato.

Ed è così che il percorso che si intraprende da Buggio si annuncia già dai primi istanti come intrigante sia nel concetto che nella realizzazione.

Lasciate le auto nella piazzola del paese si segue il sentiero che parte all’altezza di una cappella posta nelle vicinanze di una curva e  sale lungo la riva destra del  Nervia, passando per spettacolari gole rocciose.

Un tempo si guadava in più punti il torrente ma le ultime alluvioni hanno portato alla ribalta una vasta massa di detriti, ma ciònonostante il cammino è stato rintracciato e riaperto.

Passati nell’altra sponda del Nervia si percorre il tracciato nel bosco di carpini lambendo qualche rudere di casolare, e con pendenze sempre importanti si arriva nei pressi di un statuario masso erratico.

Usciti dal fitto sottobosco ci si ritrova nella testata della Valle in un tratto esposto dove è possibile avvistare i camosci, qui si percorre un breve ma impegnativo passaggio che occorre fare con calma ed attenzione.

Ritornati nel bosco di abeti  ci si ritrova nei pressi di Margheria Tenarda dove si prende la pista che porta al Colle Melosa dove faremo un meritato pranzo assaggiando le specialità culinarie del Rifugio Allavena.

Dal Rifugio prenderemo la via del ritorno, che sebbene più lunga nei km è decisamente più semplice.

Una volta raggiunta ed oltrepassata la diga di Tenarda che in questo periodo è malauguratamente asciutta, si risale per un piccolo tratto per poi discendere nel bosco sino a raggiungere la chiesetta della Brighetta e da qui Buggio. Alternativamente , allungando la discesa , prima di raggiungere la Brighetta , imboccando il sentiero sulla sinistra , si scende a Lausegno ed all’omonimo santuario. e per mulattiera si raggiunge Buggio.

Notizie Logistiche: 

Ritrovo ore 7,45 al Bar Gelateria di Pigna o alle 8,00 nei pressi del Piazzale di Buggio, Parcheggio grande vicino l’Ex Ristorante Merlo Bianco.

Dislivello: 1080 mt Quota di Partenza: 460 mt Quota più alta: 1.520 mt.

Durata Escursione: 7h + soste. Km: 15. Quota di Partecipazione: 10 euro.

Pranzo al Rifugio Allavena: Menu escursionistico: 25 euro incluse bevande.

( Antipasti:  Fritelle di farina di ceci, cipolle caramellate/ Primi: Ravioli alle Erbette. Secondi: Tagliata di Manzo Ritoccata o Carpaccio Spigolato. * Per i vegetariani menù vegetariano con fantasia. Dolce. Caffè).

Prenotazioni entro e non oltre Martedì 29 Agosto ore 19.

 

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Articoli Correlati