Giovedì 13 Luglio: Chiedi alla Polvere: Casterino- Lago dell’Agnello.

Escursione di notevole interesse naturalistico all’interno del Parco Nazionale del Mercantour passando tra mirabili suggestivi scorci paesagistici con laghi alpini ed incontri ravvicinati di alcuni esemplari della fauna montana( marmotte, stambecchi, camosci).

Dal parcheggio a 3 km sopra Casterino, poco prima dell’ingresso nel Parco, si segue per una buona mezzora l’ex strada militare che va in direzione del rifugio Valmasque, fino al cartello che indica il Lago Agnel.

Si svolta a destra sul sentiero che per circa 150 metri si mantiene a sinistra del torrente poi lo supera su un ponticello in legno (1822 m) dirigendosi su pendici erbose ad ovest.

Numerosi tornantini lo risalgono offrendo splendide immagini del vallone di Valmasque, posti da pittori romantici e da poeti dall’anima bucolica.

Dopo avere agganciato un sentiero non troppo evidente che sale al Colle del Sabbione  si abbandona il lariceto e si risale il vallone passando per una lunga pietraia situata al di sotto della Cima Vernasque.

Un ripido canalino anticipa la nostra salita ad una spianata rocciosa che precede il lago.

Qui sono presenti un nutrito numero di stambecchi intenti a leccare il salnitro che affiora dalle rocce ma se saremo troppo accondiscendenti faranno altrettanto con la nostra pelle.

Raggiunto il Lago dell’Agnello possiamo inoltrarci ancora un’ po più  per vedere un altro laghetto e per toccare il Passo dell’Agnello al confine con Il Parco delle Alpi Marittime. Da qui infatti in condizioni di tempo favorevole si può osservare la Cima della Maledia e il Rifugio Pagarì.

il ritorno alle auto avviene percorrendo a ritroso l’itinerario dell’andata.

Notizie Logistiche: Ritrovo ore 7,15 dal Bar Gasoline di Olivetta San Michele oppure alle ore 8,30 a Casterino( di fronte al Hotel Chamois d’Or) x trasferirci all’ingresso del Parco.

Durata Escursione: 6h30 + soste. Dislivello: 1050 mt. Quota di Partenza: (1720 mt, c.a).  Passo dell’ Agnello( 2564 mt c.a) Difficoltà: EE . Equipaggiamento: Scarponcini con buona suola, pantaloni lunghi, ki way o mantella. t shirt di ricambio. 1 borraccia d’acqua fresca. Pranzo al Sacco. Quota di Partecipazione: 10 euro.

Info e Contatti: Jack in The Green( guida ambientale- escursionistica: tel: 3291512290)

° Possibilità di prendere parte ad una merenda sinoira( tagliere di salumi e formaggi con  bevanda: 15 euro oppure toast grande con birra, 10 euro)

  • I cani non possono partecipare all’escursione in quanto il Parco Nazionale del Mercantour ne vieta l’ingresso.
  • Per motivi logistici si consiglia di prenotare entro le ore 18 del giorno precedente l’escursione e di confermare per l’eventuale merenda.

     

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Articoli Correlati