Giovedì 30 Novembre: Andagna- Passo della Mezzaluna- Drego

Di là sulle alte selle  da dove si mira il mare e le cime imbiancate di neve tutto si tinge di antico e leggendario. E’ Il Passo della Mezzaluna, importante crocevia di pastori in transito, luogo che raggiungeremo con un’ escursione ad anello dal paese di Andagna.

Descrizione: Dalla Valle Argentina, prima di Molini di Triora, si svolta per il piccolo paese di Andagna. Da qui si prosegue con alcune auto lungo una strada asfaltata per raggiungere il punto di inizio del sentiero a piedi: la chiesa campestre di Santa Brigida. Il percorso si addentra in boschi di abete, carpino e nocciolo facendo ingresso nella riserva protetta dei “Labari”.  Si tratta di un luogo molto frequentato da ungulati come  cinghiali e caprioli . Oltrepassate le sorgenti dell’acquedotto di Andagna e di Molini di Triora, si entra nell’areale tipico del camoscio, . Siamo nella zona chiamata “case Sciorella”  di cui sono visibile i ruderi dei caseggiati e il lavoro dei terrazzamenti, qui il sentiero a tornanti si inerpica in un noccioleto con una pendenza più elevata sino ad arrivare in una fascia altitudinale dove si aprono i pascoli d’alta quota. Ci troviamo nei pressi di un  altopiano denominato “il praetto”, il sentiero molto ampio sale dolcemente in direzione sud-est sino al Passo della Mezzalun. Da qui il percorso  scende verso i pascoli dell’altopiano erboso di “Putardì” e poi sotto il roccioso pendio del Carmo dei Brocchi . Passando tra sparuti noccioli ed esemplari di ramno alpino si giungerà a Drego dalla cui Rocca si sviluppa un sentiero che tra saliscendi e sostenute discese raggiunge le prime case di Andagna dove ci fermeremo a pranzo in una caratteristica locanda del paese.  Nel pomeriggio per chi vorrà restare ancora un’po sarà possibile ammirare il prezioso ciclo di affreschi della chiesa di San Bernardo.

Notizie Logistiche:
Ritrovo alle ore 8,00 ad Andagna nell’ampia curva all’ingresso del paese davanti alla fontana (da qui  proseguiremo con alcune auto per 2.5 km su strada asfaltata fino alla Chiesa di Santa Brigida);
DIFFICOLTA’: E – Dislivello:  ~ 800 m Km: 12
DURATA: 5 ore a/r . Quota Escursione: 10 euro.

Equipaggiamento: Scarponcini con suola in vibram. pantaloni lunghi, giacca a vento, guanti. 1 buona scorta d’acqua. Portare cambio vestiti.

Pranzo in Locanda: Menù Escursionistico da 25 euro per 18 persone.(  Antipasti: Tagliere di formaggio con marmellata mista, “rezegnun” ovvero torta verde con salsiccia e lardo, barbajuan, involtini di borragine. Primo Piatto:  Tagliatelle di Castagne fatte a mano con ragù. Secondo:  Capra e Fagioli.  Dolce: Torta di mele. caffè, vino, acqua. Info e Contatti: Jack in The Green( guida ambientale escursionistica: tel 3291512290).

Prenotazioni entro e non oltre Martedì  28 Novembre alle ore 12.

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Articoli Correlati