Domenica 26 Maggio: Dove Osano le Poiane: Sospel- Col du Razet- Monte Grammondo

Un ascesi perfetta tra la Francia e l’Italia e tra il cielo ed mare, un luogo dal confine sottile i cui prati e le cui pietre si adornano di fucsia per ospitare la preziosa peonia.

Descrizione:

Dalla Stazione ferroviaria di Sospel si percorre brevemente la vecchia strada del Col de Castillon e nei pressi dell’imbocco per la piscina si segue la pista sterrata con le indicazione del GR52. Il percorso passa al fianco dei ruderi di un castello, ci si mantiene su sentiero prima di incrociare un tornante che volta verso il Col du Razet. All’altezza di un segnavia ci si addentra nella fitta foresta dell’Albareo a dominanza di carpini e castagni . Arrivati al Col du Razet (segnavia 90), si ignora il bivio a sinistra verso il Colle di Cuore che raggiungeremo più per stare sulla destra e tra pinete e fasce erbose dove affiora la rosa canina. Arrivati alla Colla Bassa la si punta verso l’alto in direzione del Passo Treittore dove rimanendo sulla destra e seguendo i segni gialli si sale su pietraia verso le pendici occidentali del Monte Grammondo ammmirando le macchie rosa porpora della peonia officinale che in questo areale trova la sua esaltazione. Con un’po di fatica si raggiunge la croce di vetta del Grammondo affiancate da altre due croci più a sud. Scesi di quota si segue l’ex strada militare che scende fino al Rifugio Gambino in località Gerri. Dopo un meritato break seguiamo ancora per un pezzo la militare in discesa fino a prendere sulla sinistra a fianco di un grosso masso una traccia che sale fino al Passo di Cuore e con lieve salita alla cima del Cuore a 1095 metri di altitudine.
Qui inizia la discesa finale che si imbocca attraverso un sentiero stretto e sassoso che conduce ai passi della Haute e della Basse Bergevine. Il sentiero costeggia i contrafforti rocciosi del Diaurus e poi scende verso i fiumi Bévéra e Suès, dove si trova il segnavia ed oltrepassata la linea ferroviaria, si ritorna a Sospel lungo la strada che la costeggia.

Notizie Logistiche: Ritrovo ore 7,45 in Piazza Marconi ( Negozietto Da Bruno) e trasferimento a Sospel. Partenza Ore 8,15 dal Parcheggio della Stazione Fs di Sospel. Dislivello: 1250 mt in salita e discesa. Difficoltà: EA ( Escursionisti Allenati) ( 1050 mt se dal Passo Treittore si scende al Rifugio Gambino evitando la Cima del Grammondo). Durata Escursione: 7h30 + soste. Km: 22. Pranzo al sacco Quota di Partecipazione: 10 euro.
Equipaggiamento: Scarponcini con buona suola, giacca a vento, indumenti di ricambio. 2 litri d’acqua.
Info e Contatti: Jack in The Green( Guida Ambientale- Escursionistica: tel 3291512290). Prenotazioni entro e non oltre Sabato 25 Maggio ore 12.

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Articoli Correlati