Domenica 16 Giugno: Il Cammino Giapponese: Creppo- Soglia del Gerbonte

Dove è finita la nostra essenza? Risucchiati da frenetiche pulsioni compulsive abbiamo disabitato il nostro spazio interiore disperdendendoci in caotici labirinti.
Sembra che anche quando vorremmo ascoltare il potente suono del silenzio vi sia già una frequenza disturbata pronta a insinuarsi nelle pareti della nostra mente per impedirne l’ascolto.
I pensieri vanno acquietati e fatti pascolare senza interferenze, ci vuole esercizio quotidiano per riabitare il grande flusso, in questa giornata proveremo a riprenderci quello che ci è stato tolto.
Questo è l’esperimento che vi propongo:
Un ascesi di gruppo senza comunicazione, una meta precisa non c’è, esiste il viaggio per avvicinarsi ad essa, saliamo e discendiamo dalla stessa parte, ci portiamo dei taccuini per annotare le nostre sensazioni, fogli d’album per disegnare, una macchina fotografica ed un binocolo, telefoni spenti e bocche cucite che stapperemo giusto per bere e mangiare.
Avremo modo di parlare e sparlare a lungo quando torneremo alle auto ma prima ci immergeremo nei profumi e nei suoni della natura senza preoccuparci di un commento da postare.
Faremo qualche pausa richiamata da time-out tecnico per sorseggiare dalle nostre borracce e per far rifiatare i polmoni poi di nuovo concentrati a gustare l’alternanza vegetazionale della foresta che andremo ad attraversare.
Creppo è il nostro punto di partenza, discesa lungo le rive del torrente e risalita con ponticello fino a Case Bruzzi tra fasce terrazzate ed aromi di origano, salita tra graduali tornanti tra roverelle e castagni. Solenne passaggio dalle Porte di Gerbonte e poi risalita tra conifere fino alla Caserma Forestale del Gerbonte. lA Cima la guardiamo con distacco e dopo il rilassamento e il rinforzino riprenderemo la marcia per la via d’andata.
Notizie Logistiche: Ritrovo ore 8,30 dal Bar Gallo Nero di Triora per breve briefing. Partenza ore 9,00 dall’Abitato di Creppo.
Dislivello: 970 mt. Km: 16 Durata Escursione: 7h c.a + varie soste. Quota di Partecipazione: 15 euro.
Cosa Portare: Pranzo al Sacco, 2 litri d’acqua. Giacca a Vento.Indumenti di ricambio. Sketchbook per appunti( eventualmente forniti dal sottoscritto) Una buona dose di leggerezza.
Prenotazioni entro e non Oltre Venerdì 14 Giugno alle ore 18.
Info e Contatti: Jack in The Green( guida ambientale- escursionistica: tel 3291512290)

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Jack in the Green

Jack in the Green

Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.

Articoli Correlati