Giovedì 26 Maggio: Chiamami Aquila( Case Sottane di Caprauna- Ponte di Alto- Arma do Cuppa)

Domenica 22 Maggio: Alpi Azzurre 5th Experience: Olivetta- Monte Grammondo
Maggio 9, 2022
Giovedì 16 Giugno: Verdeggia- Monte Saccarello
Giugno 6, 2022

Percorso avventuroso nei luoghi sacri al Dio Pen  dove archeologi, letterati e speleologi hanno fantastico sulle origini di una valle lussureggiante a  cavallo di tre province( Imperia, Cuneo e Savona).

Descrizione:

Dopo esserci ritrovati nella piazza di Aquila d’Arroscia ci spostiamo con le auto in direzione della Chiesa di San Giacomo, la superiamo e dopo circa  4km lasciamo qualche mezzo in prossimità dell’accesso alle grotte della Val Pennavaira, continuando per alcuni km sulla strada ci parcheggiamo nei pressi delle Case Sottane di Caprauna.

Il nostro itinerario si sviluppa in falso piano tenendoci lungo l’argine sinistro del torrente Pennavaira, ad un certo punto si incontrano due ruderi di edifici agricoli e poco dopo una cascatella generata da una risorgenza e che ci testimonia l presenza di un più complesso sistema carsico: l’Arma di Via.

A un certo punto abbandoniamo il sentiero principale per seguire una traccia che ci porta all’Arma di Stefanin, una grotta dall’imponente apertura situata in basso vicino al greto sul lato opposto del Pennavaire. In questa grotta come in altre della valle sono stati ritrovati importanti reperti archeologici grazie soprattutto agli scavi di Milly Leale Anfossi.

Ritornati sui nostri passi continuiamo sul sentiero principale verso Alto per poi prendere la biforcazione sulla destra che ci porta al suggestivo ponte medievale sul Rio Pennavaira.

Tenendoci sulla sponda destra del corso d’acqua seguiamo una traccia che ci porta sulla pista proveniente dalla Chiesa di San Giacomo e poco dopo il sentiero sulla sinistra che sale alle grotte della Val pennavaira.

Ci si addentra in un bosco di carpini dominato da falesie strapiombanti e da baume usate dall’ uomo preistorico, tra queste spicca l’Arma Do Cuppà che visiteremo dopo avere osservato la spettaccolare cascate del Rio Ferraia.

A questo punto muniti di pila passeremo lungo una galleria sotteranea che ci porta nei pressi della Diga sopra al Ferraia e continuando a salire sulla pista sterrata in una mezzoretta arriviamo a raggiungere il gruppetto di auto lasciate all’inizio.

Notizie Logistiche: Ritrovo ore 7,30 alle Cave di Imperia oppure alle 8,15 nel Piazzale della Chiesa di Aquila d’Arroscia. Partenza x le 8,45 circa. Durata Escursione: 4h30 circa. Dislivello: 520 mt  Km: 10

Segue Pranzo al Ristorante di Aquila di Arroscia: Menu Completo: 25 euro.

 

Equipaggiamento: Scarponcini con buona suola, giacca a vento, pantaloni lunghi, ki way o mantella. Pila.

Info e Contatti: Jack in The Green (guida ambientale escursionista: 3341217884 e mail: rosenkratz@libero.it

Stefano Pezzini
Jack in the Green
Jack in the Green
Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.