Ven 1/ Sab 2 Settembre( Peace of Mind. Carnino- Cima Ferà/ Upega-Cima Pian Cavallo)

Dom 27 Agosto Someggiando a Tempo di Musica( Gouta- Prato Gelato)
Agosto 17, 2017
Giovedì 7 Settembre: Green Lake and Dragons( Gias del
Agosto 26, 2017

Ven 1 Peace of Mind: Carnino: Passo Lagarè- Rocca Ferà. Sab 2 . Upega- Collabassa-Pian Cavallo

La Pace della Mente…l’irresistibile bisogno di quiete che si traduce in evasione costruttiva x lo spirito…
Vivremo queste emozioni in questa due gg in Val Tanaro tra falesie di roccia strapiombanti in cui si aggirano famiglie di camosci. Sogneremo tendendo le braccia aperti come ali da inarcare verso l’incanto della natura.

Venerdiì 1 Settembre: Carnino-Passo Lagarè- Rocca Ferà-Carnino.

Impegnativa e spettacolare escursione lungo le pendici della Cima Ferà.. Si parte da Carnino, suggestivo borgo di pietra, appartenente alla Tera Brigasca, salendo tra i frassini si sopraggiunge in un oretta circa nei pressi del Passo di Lagarè.
La traccia non evidente si snoda tra la paglia e gli arbusti fino a passaggi nel lariceto e a tratti aperti contornati da guglie di rocce calcaree di incomparabile bellezza.
Passaggi esposti consigliano la gita ad escursionisti esperti…si passa anche x un tratto in cui ci si tiene ad una corda a punti in cui è necessaria una certa preparazione alle escursioni in montagna.
Arrivati al Passo di Flamargal si incrocia la pista sterrata che va al Colle dei Signori, e  all’altezza del Rifugio Don Barbera prenderemo l’itinerario di discesa che si addentra nel Vallone dei Maestri. Passati alcuni prativi ed ignorati il bivio per il colle del Pas prenderemo per il bosco di frassini che ci riporta a Carnino.

 

Disivlello: 1200 mt circa. Durata: 7h + soste Difficoltà: EE

2° GIORNO Upega- Cima Pian Cavallo.

Tripudio di Camosci e mangnifici scorci panoramici tra le Alpi Liguri e la Val Tanaro.
Si torna indietro lungo la strada verso Viozene per circa 50 mt. e si imbocca una stradina sterrata a dx che scende verso il torrente e lo costeggia per qualche centinaio di mt. Si attraversa il torrente su un ponte di legno e si prosegue a sx su un sentiero quasi pianeggiante. Superato successivamente il Rio di Collabassa su un ponticello, si sale nel bosco e si giunge ad un bivio; tralasciando a sx la diramazione per la Gola delle Fascette si prosegue a dx nel bosco, salendo fino alla Colla Bassa (1552 mt.). Si prosegue a sx lungo una traccia che sale fino ad un boschetto di larici, e poi piega a dx, diventando più marcata. Si segue il sentiero quasi pianeggiante fino ad incontrare alcuni abbeveratoi, quindi lo si abbandona, piegando a sx, salendo direttamente nel rado bosco, seguendo tracce di bestiame, e poi per ripidi prati fino sullo spartiacque fra Tanarello e Negrone. Si piega a sx e si giunge in breve sulla Cima di Piano Cavallo (1896 mt.). Proseguendo verso W si supera una depressione e si giunge sulla Quota 1906, punto più alto dell’itinerario. Si prosegue, scendendo brevemente, e si continua lungo lo spartiacque, che dopo alcune centinaia di mt. conduce sulla Cima Cantalupo (1892 mt.) (circa 3 ore).
Discesa: lungo l’itinerario di salita o rientro a Upega x la Colletta delle Salse.
Dislivello salita totale (m): 650 Difficoltà : EE

Costo: Trekking complessivo: 15 euro. Info e Contatti: Jack in The Green( guida ambientale7escursionistica: tel 3341217884-3291512290 website. www.crestediconfine.com)
Pernotttamento alla Locanda D’Upega:
TARIFFE LOCANDA
Tipologia
Tariffe
Camera singola 50,00 €
Camera doppia 60,00 €
Adulto in più per camera 20,00 €
Bambini in più per camera da 3 a 10 anni 10,00 €
I prezzi si intendono con trattamento B&B (pernottamento e colazione). Tutte le camere sono dotate di asciugamani, bagno interno e riscaldamento autonomo.

Pasto per adulto 15,00 €
Pasto per bambino da 3 a 10 anni 10,00 €
I bambini con età inferiore ai 3 anni hanno il pernottamento e i pasti gratuiti.
Per i gruppi o le comitive è prevista una gratuità ogni 15 persone paganti.

Jack in the Green
Jack in the Green
Mi chiamo Diego Rossi ma sono conosciuto dalla maggior parte delle persone con lo pseudonimo di Jack in The Green, figura mitologica della tradizione britannica. Dall'Uomo Verde raffigurato nei portali delle Chiese, allo spazzacamino britannico che girovaga sopra i tetti dei cottage, al folletto dei boschi ricoperto di fronde verde, Jack in The Green cammina con te nel risveglio della natura e nella fertilità della terra.